Addio Matteo, giovane uomo

Matteo era un mio alunno, vivacissimo, quasi insopportabile. Aveva a volte incomprensibili gesti di cui nemmeno lui conosceva la portata. Poi è diventato adulto, un uomo con le spalle larghe e lo sguardo fiero. Si era domato, diceva. Sperava in una famiglia sua, una moglie, la vita normale.  Ora se ne è andato ucciso dal tumore. Era giovane, era fiero, era anche arrabbiato. Non è stato sufficente per combatterle e vincerlo. Ha combattuto. Ciao Matteo, piango per te e per tutti coloro che hanno combattuto e combatteranno.

Annunci

Farmaci on line, non solo per adolescenti

Le farmacie on line mi sono sempre sembrate un escamotage da ragazzini per acquistare sostanze varie o attempati signori per energizzare le loro notti. Invece servono per fornire le farmacie delle cliniche. Sono rimasta basita leggendo questa notizia, pensando a quante sostanze strane mi hanno somministrato lo scorso anno e io ho accettato. Mi chiedo che sarebbe accaduto se anche quelle fossero state acquistate su eBay, dove io non compro nulla perchè temo le fregature! Che le sostanze che sono vendute on line siano farlocche lo sanno anche i bambini, quindi mi indigna l’idea che medici senza scrupoli si siano giocati la vita di una donna per risparmiare qualche migliaio di euro. La vita delle persone non vale veramente nulla, pensando alla Clinica S.Rita di Milano dove operavano anche chi non non aveva bisogno, o in un altro ospedale, dove sperimentarono, di nascosto ai pazienti valvole mitraliche di maiale, con inevitabile rigetto. Tutto per denaro, alla faccia del giuramento dei medici. Mi rendo conto che alla fine coloro che prospettano una cura alternativa forse non hanno tutti i torti , o come diceva mia madre : quando entri in ospedale, sai come entri, ma non sai come esci. O se esci. Spero che quei medici siano messi in galera, a riflettere sul valore della vita e della libertà. Quanto a me è andata bene, anche se sto smaltendo ancora qualche cosina.