Leggere, scrivere e …

Di quello che accade fuori dalle mie finestre mi interessa relativamente poco. I tempi cambiano, le convinzioni si modificano man mano che la vita avanza. Per quello che mi riguarda alla fin fine non cambia nulla, tutto si trasforma (cit.)

Le elezioni ci stanno regalando un periodo di stasi assurdo, considerando il risultato. Sembra il gioco delle tre carte. Chi c’è? Chi ci sta?

E poi il Trump americano che ci sta buttando nella paura, senza dirci cosa vuole esattamente. Forse crede di essere ancora in tv a fare il suo reality. Mah! E parla di missili nucleari come sparati qua e là come se fossero mortaretti carnevaleschi!

Allora mi butto sulla lettura. Dopo aver saccheggiato Roth, i giallisti nordici in generale, ultimamente sono ancorata all’Islanda. Un detective che più triste e incasinato non si può, simile a Giallini , l’attore, in Rocco Schiavone quando fumava le canne e vedeva la moglie morta. Alla fine del giallo rimane un amaro in bocca tremendo, il senso della incompiutezza dei suoi pensieri, e la tristezza della sua vita. Che dopo la lettura di un tomo di trecento pagine e più non è piacevole. Però affascina, tanto che ne ho già letti tre!

Scrivere : ho rinunciato a scrivere i Promessi Sposi del 2018. Faccio fatica a trovare i termini, mi mancano le idee. Sto immaginando un personaggio che potrebbe essere piacevole, ma non riesco a concentrami. Capita. D’altra parte considerando quello che si legge in giro, potrei fare uno sforzo. Chissà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...