Relax, fermiamo il mondo

Con le notizie di questi giorni penso sia il momento di relax, abbandonando tutte le problematiche che nascono dall’art 18 e affini, fino a tutte le altre notizie che fanno solo paura e mettono ansia. Siamo oggettivamente in transizione, verso che cosa non si vede, anche se è facile pronosticare che stiamo andando verso il peggioramento della vita economica e forse un miglioramento sul senso della vita. Una volta dicevo , quando c’era un problema grosso : respira profondamente, trattieni il respiro, conta fino a dieci e pensa che non è successo niente di grave.

Io trattengo il respiro perché ormai non ci capisco più nulla. Buon relax, male non fa.

Annunci

4 thoughts on “Relax, fermiamo il mondo

  1. Non è il momento di rilassarsi, anche se comprendo (e per brevi momenti arrivo a provarla anch’io) la tua voflia di rifugiarti nel privato (come dicevano nei primi anni ’80 i guerriglieri bastonati che, stanchi di stare sulla fascia sinistra dove non arrivava un pallone, cercavano maggiore fortuna in una improvvida ammassata a centrocampo).

    Dove porta questa transizione, purtroppo si vede benissimo: verso un mondo del lavoro sdrucciolo e selettivo che taglierà fuori un numero sempre maggiore di persone obbligate a cercare avventurosi ammortizzatori sociali fai-da-te; verso un mondo in cui una finanza bellicosa detterà sempre di più le regole a una politica imbelle; verso un mondo di gentili e beneducati tecnocrati che rischiano di riuscire dove politicanti alcolizzati schivano gli occhi d’affamati ma un redentore da due soldi li aspetta (come canatavano i Nomadi quarantacinque anni fa e tutti a dire “Esagerati!!!!”); verso un mondo sempre più ingiusto dominato da un’ideologia neocapitalista che cerca di sopravvivere nonostante abbia dimostrato da tempo la sua disfunzionalità.

    I grandi poteri finanziari, sbrigativamente identificati con “le banche” che ne sono solo la longa manus, altro non potrebbero sperare che un progressivo ritiro della gente comune dalla politica per non avere nè critiche nè controlli. Che ciò non succeda!!!

  2. @Luca sono sempre più intristita da questa situazione, vuoi perché io devo lavorare sei anni in più e stavo già preparando le carte per fare la domanda, in dicembre. Il problema di fondo è che non si sa a che attaccarsi. Quale futuro? Nella nostra vita intendo, non in generale. Ciao e grazie. Riri52

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...